Blog

Home / Archive by category "Blog" (Page 2)
Code al caldo! Il Canile di Pesaro T41B porta in ogni cuccia il riscaldamento !

Code al caldo! Il Canile di Pesaro T41B porta in ogni cuccia il riscaldamento !

E’ iniziata in questi giorni la fase operativa del progetto “Code al caldo”

A lavori ultimati, ogni singolo box sarà riscaldato.

Fino ad oggi solo una parte del rifugio per cani di Santa Veneranda disponeva di box riscaldati, grazie ad un impianto donato alcuni anni fa dalla sezione pesarese dell’OIPA.

Con i lavori avviati in questi giorni l’inverno non rappresenterà più un problema per nessun ospite del canile che la T41B gestisce per il comune di Pesaro. Si tratta di un’eccellenza riconosciuta a livello nazionale per la cura degli spazi, la disponibilità di aree verdi e sgambatoi, il rapporto fortissimo con il volontariato. Il canile è anche sede di attività di pet-therapy.

Con il progetto “code al caldo” anche il comfort degli alloggi per gli animali raggiungerà livelli di eccellenza.

I responsabili del canile ringraziano sentitamente tutti coloro che, direttamente o indirettamente, hanno contribuito alla realizzazione di “code al caldo”.

Disabili e lavoro. Al via il primo progetto con la DGR 1475/17

Disabili e lavoro. Al via il primo progetto con la DGR 1475/17

E’ stata firmata il 5 novembre dal Centro per l’Impiego di Pesaro la prima convenzione tra un’azienda soggetta all’obbligo di assunzione di disabili e la cooperativa sociale T41B stipulata in base alla Delibera 1475 del 2017 della Regione Marche.

Con grande ritardo su altre regioni italiane, questa delibera ha finalmente introdotto anche nelle Marche la possibilità per un’azienda soggetto all’obbligo di assunzione di disabili di poter adempiere agli obblighi di legge affidando commesse di lavoro a una cooperativa sociale di tipo B che impieghi in quelle lavorazioni persone iscritte alle liste speciali del collocamento previste dalla Legge 68 del 1999.

Fin dai primi mesi dell’anno T41B ha sviluppato contatti con aziende del territorio per attuare questa nuova modalità di collaborazione tra cooperative sociali e imprese del territorio che la legge finalizza all’occupazione di persone con invalidità superiore al 67% o con disabilità di tipo psichico superiore al 46%; ad oggi sono stati elaborati progetti con 3 aziende, ma la loro messa in pratica si è rivelata abbastanza difficoltosa, anche per la novità dell’iniziativa. Il progetto elaborato tra cooperativa ed azienda deve essere vagliato dal Comitato Tecnico istituito presso i centri per l’impiego che valuta se le mansioni in cui viene inserita la persona iscritta alle liste speciali sono congrue e compatibili con l’invalidità di cui soffre.

La firma della prima convenzione da parte delle 4 parti interessate (azienda tenuta all’obbligo, T41B, lavoratore, Centro per l’Impiego) apre oggi una nuova strada a progetti di inserimento lavorativo e favorisce lo sviluppo di un rapporto sempre più intenso tra T41B e imprese private del territorio.

T41B ottiene la certificazione ambientale UNI EN ISO 14001 2015

T41B ottiene la certificazione ambientale UNI EN ISO 14001 2015

Il sistema di gestione ambientale della T41B è stato certificato dall’organismo TUV Italia srl,, riconosciuto dall’Ente Italiano di Accreditamento Accredia.

La sigla ISO 14001 identifica uno standard di gestione ambientale (SGA) che fissa i requisiti di un «sistema di gestione ambientale».

La norma ISO 14001, giunta alla sua terza edizione del 2015, si ispira esplicitamente al modello PDCA (Plan-Do-Check-Act):

Plan = pianificare

Do =    fare

Check = verificare

Act = agire.

T41B ha ottenuto la certificazione ambientale per le seguenti attività:

  • Progettazione ed erogazione di percorsi di inserimento lavorativo a favore di soggetti svantaggiati
  • Erogazione del servizio di ricondizionamento ritiro e consegna degli ausili sanitari e protesici.
  • Manutenzione aree verdi.
  • Erogazione dei servizi di assemblaggio e confezionamento conto terzi.
  • Erogazione di servizi di spazzamento strade, raccolta e pulizia dei rifiuti urbani non pericolosi abbandonati fuori dai cassonetti.

L’accreditamento è soggetto ad una sorveglianza periodica dopo 12 mesi e ad un riesame completo del sistema di gestione aziendale dopo 3 anni.

La presa della Basaglia! In scena per i 40 anni della chiusura dei manicomi.

La presa della Basaglia! In scena per i 40 anni della chiusura dei manicomi.

In occasione del quarantennale della “Legge Basaglia”, la cooperativa sociale Alpha ha promosso a Urbino e a Fano due fine settimana di iniziative e riflessioni su questo evento che tanta importanza ha avuto nella vita di coloro che soffrono di malattie psichiche, delle loro famiglie, e più in generale nella cultura del nostro paese.

Sabato 20 ottobre alle ore 17,30 alla sala Verdi del Teatro della Fortuna di Fano verrà rappresentata “La presa della Basaglia” con la presenza in scena di una ventina di ospiti ed operatori del servizio riabilitativo “Bevano” d Fano.

T41b ha sostenuto l’allestimento dello spettacolo con la realizzazione di alcune scenografie, effettuata coinvolgendo gli stessi utenti del “Bevano” a cui va un grande “In bocca al lupo” per la rappresentazione di sabato.

Il Servizio Riabilitativo Residenziale “Bevano” e l’annesso Centro Diurno vedono la collaborazione tra la cooperativa sociale Alpha, che gestisce le attività educative, e la T41B che gestisce le attività lavorative. Gli operatori della T41B affiancano gli utenti nei lavori in una serra, nel laboratorio di confezionamento, nelle attività di manutenzione del verde dell’Azienda Ospedaliera Marche Nord e nel servizio di ritiro e consegna a domicilio di ausili dell’ASUR area Vasta 1.

Facebook https://www.facebook.com/events/483271038835766/

Fondo Regionale Occupazione Disabili: sei progetti finanziati a T41B

Fondo Regionale Occupazione Disabili: sei progetti finanziati a T41B

Sono stati avviati nel mese di ottobre alla T41B sei tirocini formativi di altrettante persone (5 uomini e una donna) iscritte alle liste speciali dei Centri per l’Impiego di Pesaro e Fano.

I tirocini sono finanziati dal Fondo Regionale Occupazione Disabili, costituito con le sanzioni che le aziende soggette all’obbligo di assunzione di disabili che non adempiono a questo dovere versano nella casse regionali ed è integrato anche da fondi della stessa Regione.

Con il Decreto 797 del 2017 la Regione Marche ha quindi messo a bando i fondi per:

  • progetti di tirocinio
  • incentivi all’assunzione a termine tirocinio
  • adeguamento di postazioni di lavoro per disabili
  • trasformazione a tempo indeterminato di contratti a termine.

Tutti i sei progetti di tirocinio presentati dalla T41B sono stati finanziati: due tirocinanti sono impiegati nel settore del verde e delle manutenzioni urbane, due sono impegnati nel magazzino di ausili protesici, i restanti due nei laboratori di confezionamento manuale e meccanizzato.

Ai tirocinanti l’augurio di buon lavoro e la garanzia dell’impegno della cooperativa e dei suoi soci lavoratori perché questa esperienza sia proficua e positiva.

DAL 4 AL 7 OTTOBRE, T41B ANCHE QUEST’ANNO ALLA FESTA DEI FIORI

DAL 4 AL 7 OTTOBRE, T41B ANCHE QUEST’ANNO ALLA FESTA DEI FIORI

Anche quest’anno gli utenti del laboratorio di Floricoltura e Ricamo di Via Redipuglia, partecipano attivamente alla Festa dei Fiori, promossa dal Comune di Pesaro.
Iniziativa che ha luogo, ormai dalla prima edizione, in Piazza del Popolo. Lo stand, allestito dai ragazzi della T41B, lo trovate proprio davanti agli uffici postali centrali. La manifestazione ha, quest’anno, una durata di 4 giorni: da giovedì 4 ottobre a domenica 7 ottobre, dalle 8 alle 22 circa.
Vi aspettiamo con un’ampia fornitura di prodotti, dalle piante verdi ai ciclamini, dalle aromatiche alle zucche ornamentali di nostra produzione

Agosto 2018:<br>Concluso il progetto<br>“La buona terra”

Agosto 2018:
Concluso il progetto
“La buona terra”

Con l’erogazione da parte della Fondazione Cariverona del saldo finale del contributo concesso, si è concluso nel mese di agosto il progetto “La Buona Terra” sostenuto da questa fondazione per lo sviluppo di azioni di agricoltura sociale nel nostro territorio, con importanti ricadute sull’inclusione lavorativa di persone appartenenti alle categorie “svantaggiate” sul mercato del lavoro.
Il progetto, avviato nel 2016, ha coinvolto le cooperative sociali “Tiquarantuno B” (capofila), “IRS L’Aurora”, “L’Elicriso”, “Alpha” e la cooperativa agricola sociale “Terra”, creata nel 2015 da queste cooperative assieme ad un gruppo di imprenditori agricoli locali e ad alcuni soci-lavoratori.
Le azioni del progetto si sono svolte a Gradara, Pesaro, Fano, Fermignano e Sassocorvaro, coprendo così buona parte del territorio provinciale sia sulla costa che nell’entroterra.
Il progetto ha sostenuto l’acquisto di alcuni macchinari, azioni formative, percorsi di inclusione lavorativa con tirocini ed assunzioni a termine, promozione dell’agricoltura sociale, con risultati importanti che hanno convolto nelle differenti azioni:
• 22 soggetti “deboli” sul mercato del lavoro che hanno beneficiato di tirocini formativi
• 12 soggetti “deboli” sul mercato del lavoro che hanno beneficiato di assunzioni a tempo determinato.
A nome delle cooperative e dei lavoratori che hanno beneficiato del progetto “La buona terra”, T41b ringrazia la Fondazione Cariverona che ha saputo cogliere il valore e l’innovatività contenuti nella nostra proposta, consentendoci di realizzarla concretamente con la concessione di un contributo di circa 55.000 euro.

Assunzioni a tempo determinato di utenti del servizio “Dialogando”

Assunzioni a tempo determinato di utenti del servizio “Dialogando”

Si parte dal magazzino di ausili protesici della T41B. Gli Ambiti Territoriali Sociali di Fano e Fossombrone hanno stipulato a fine dello scorso anno una convenzione con T41B, capofila di una associazione temporanea di cooperative sociali costituita assieme a “Gerico”, “I Talenti” e “Terra”, per assunzioni a tempo determinato di persone che usufruiscono dei Servizi di Sollievo “Dialogando” per famiglie di pazienti dei Centro di Salute Mentale.

Le assunzioni a tempo determinato hanno prevalentemente lo scopo di “testare” in una dimensione protetta e con il sostegno di un tutor fornito dalle cooperative, la “tenuta” della dimensione lavorativa da parte di persone che per problemi di salute mentale sono da tempo uscite dal mondo del lavoro o non vi sono mai entrate.

Le 4 cooperative unitesi per gestire questo progetto offrono nel territorio di Fano e Valle del Metauro una gamma diversificata di possibilità di inserimento lavorativo, dal lavoro agricolo a quello industriale, dal lavoro in superfici di vendita a quello in magazzini, fino alla raccolta differenziata e alle pulizie.

I primi 6 utenti sono stati selezionati dal Centro di Salute Mentale di Fano e stanno in questi giorni partendo le prime assunzioni. Martedì 6 febbraio il magazzino di ausili protesici che la “T41B” gestisce per conto dell’ASUR – area vasta n.1 accoglie il primo dei lavoratori assunti grazie a questo progetto. Nei giorni successivi altre due assunzioni saranno attivate rispettivamente nell’”Emporio dell’altra economia” della Cooperativa sociale “Gerico” a Bellocchi di Fano e nel magazzino di mobili della Cooperativa Sociale “I Talenti” a Cuccurano di Fano.

Festeggiando la pensione di Francesco in un clima natalizio

Festeggiando la pensione di Francesco in un clima natalizio

Francesco, che va in pensione dopo 21 di lavoro in cooperativa, ha voluto oggi salutare i lavoratori del confezionamento, della tipografia e del magazzino ausili protesici.
Francesco è tra i primi lavoratori di una cooperativa con un età media abbastanza giovane, ad andare in pensione.

Per una mezz’oretta i frenetici lavori in corso per effettuare le ultime consegne prima della pausa natalizia sono stati sospesi per tributare a Francesco il degno saluto.
Poi, di nuovo tutti al lavoro…

La festa nella festa

Inaugurazione del nuovo capannone della cooperativa sociale T41B

Inaugurazione del nuovo capannone della cooperativa sociale T41B

Una grande folla ha partecipato nella mattinata di sabato 25 novembre alla cerimonia di inaugurazione della nuova sede della T41B a Villa Fastiggi, in un clima festoso che ha lasciato il passo a momenti di intensa commozione quando è stata ricordata la figura del cooperatore sociale Angelo Longoni a cui è stato intitolato l’edificio.

Michele Gianni, consigliere di amministrazione, ha introdotto gli interventi, ricordando i tanti lavoratori della T41B assenti dalla cerimonia perché impegnati nel lavoro anche il sabato mattina: addetti al canile, alle pulizie dei cimiteri, dei bagni pubblici, informatori ambientali, addetti alla selezione e differenziazione dei rifiuti.

Il Sindaco di Pesaro Matteo Ricci ha lodato la T41B per come è riuscita a superare la crisi e per il coraggio con cui affronta la sfida di una nuova sede, ricordando come la cooperativa sia un patrimonio di tutta la città.

Il consigliere Regionale Andrea Biancani ha portato il saluto del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, impegnato nella consegna di una scuola alle popolazioni terremotate, annunciando l’imminenete avvio di un progetto regionale destinato a favorire l’assunzione di disoccupati iscritti alle liste speciali del collocamento obbligatorio.

Giovanni Feliziani, dirigente dell’ASUR Regionale con delega alla Integrazione socio-sanitaria ha dichiarato che l’esperienza della T41B è un modello da esportare nel resto della Regione, per la sua valenza anche economica, perché dare lavoro a persone che altrimenti sarebbero un carico per la Sanità è un risparmio per la collettività ed un elemento di benessere per gli utenti.

Mauro Papalini, Presidente per Pesaro e Urbino dell’Associazione Industriali Marche Nord ha elogiato la capacità imprenditoriale della T41B ed in particolare del suo presidente, Nicola Denti: mantenere in buona salute un’azienda e al contempo far lavorare personale in condizioni di svantaggio è infatti un’impresa molto difficile.

Gianfranco Alleruzzo, presidente dell’Alleanza Cooperative Italiane delle Marche, ha sottolineato come alla ripresa economica non corrisponda oggi un miglioramento della situazione sociale. Le cooperative cercano di coniugare buoni risultati economici con buone condizioni per chi vi lavora e T41B è un esempio in questo senso.

Il presidente di T41B Nicola Denti ha ringraziato tutti i presenti, soffermandosi sul ricordo di Angelo Longoni, che ha dedicato la vita alla creazione di opportunità di lavoro per detenuti, tossicodipendenti e persone disabili: intitolare alla sua memoria il capannone della cooperativa è un modo per condividere il suo ricordo con tutta la città.

Al termine degli interventi è stato proiettato il filmato “T41B – un amore di lavoro”, realizzato da Marcello Franca con la direzione di Sergio Gridelli, che dopo la proiezione si è intrattenuto con i protagonisti Bebo e Debora.

La cerimonia è quindi proseguita con la scopertura di una targa che intitola l’edificio a Angelo Longoni, che è stato ricordato anche da un toccante intervento della moglie Anna Maria Della Chiara. Quindi il taglio del nastro, con la benedizione del parroco di Villa Fastiggi ed il rinfresco preparato dai cuochi e dalle cuoche della cooperativa.

Durante l’evento una bancarella ha messo in vendita i prodotti realizzati nell’orto, nel vivaio e nei laboratori del Centro Diurno del DSM di Pesaro, in cui T41B gestisce le attività lavorative. A tutti i partecipanti è stato dato in omaggio un gadget realizzato dalla falegnameria della cooperativa e dal laboratorio di confezionamento.